bioregionalismo petr berg gary snyder italiabioregionalismo gary snyder peter berg
 
Bacheca
Home Page
Cerchio degli Anziani
Eventi
Letture Bioregionali
Links in Sintonia

Le nostre capacità, le nostre opere, sono solo minuscoli riflessi del mondo selvatico, il cui ordine è innato e libero. Nessuna esperienza è paragonabile a quella di abbandonare il sentiero e dirigersi verso una parte nuova del territorio. Non per la novità in sé, ma per provare la sensazione del ritorno a casa, alla totalità del nostro ambiente. “Fuori dal sentiero” è un altro nome della Via, e nel vagabondare fuori dal sentiero sta la pratica del selvatico. Laddove - paradossalmente - svolgiamo il nostro lavoro migliore. Ma i sentieri e le vie sono necessari e li manterremo sempre. Bisogna prima camminare sul sentiero, per poi svoltare e inoltrarsi nel selvatico.

Gary Snyder
da "La Pratica del Selvatico"

LISTA dei CONTATTI di SENTIERO BIOREGIONALE

Cari amici di Sentiero Bioregionale, recentemente, il Cerchio interno di SB, ha disposto la creazione di una “Lista dei contatti”. Scopo di questa lista è quello di migliorare/incentivare la comunicazione sia all’interno che all’esterno di SB, ma anche e soprattutto di dare la possibilità ad ognuno di far conoscere le proprie potenzialità e conseguentemente di metterle in circolo, attraverso questa lista, appunto, nella quale chi vi aderirà metterà i propri riferimenti, ma anche le attività, le conoscenze, le professionalità, i progetti etc… in cui è impegnato/a per il cambiamento del proprio/nostro essere qui su questa Terra.
A tal proposito siamo qui a chiedervi se desiderate o meno entrare nella “Lista dei contatti”. Tutti sono benvenuti: contadini, operai, insegnanti etc…; attivisti impegnati nella creazione di ecovillaggi, di gruppi d’acquisto solidale, orti comunitari, nella permacultura, nella decrescita etc…; praticanti di scuola famiglia, co-housing, parto in casa, mercatini etc…; e poi artisti, ecologisti profondi, giornali, editori, erboristi, camminatori etc…
È stato inoltre deciso che tale “Lista” verrà poi pubblicata in cartaceo su Lato Selvatico e sul notiziario di Sentiero Bioregionale. Una prima stesura è già stata pubblicata sul n° 44 di Lato Selvatico (Equinozio di primavera 2014). Le adesioni che da ora in poi arriveranno, verranno pubblicate negli aggiornamenti già preventivati.

QUI trovate la scheda da compilare: formato .DOC .PDF

(chiaramente, se si desidera far parte della lista), rispedire telematicamente a morettig@iol.it  oppure in cartaceo alla segreteria di Sentiero Bioregionale: Lato Selvatico, Strada Digagnola, 24 – 46027 Portiolo (MN).

***

 

 

Presentazioni versione italiana del libro Riabitare la realtà di Freya Mathews
Presentazioni a cura di Etain Addey:
19 Aprile 2013- Verona, Sala Polifunzionale di San Massimo, Via Anselmi 7a - ore
21 info: matonele@quarei.it
20 Aprile - Seriate (BG), Spazio Terzo Mondo, Via Italia, 73 - ore 18 - info:
dodoscrat@gmail.com
21 Aprile - Campo (Brenzone, VR) ore 15 - info: camposcar@alice.it -
04565900036

Pesentazione a cura di Laura Viviani e Clara Scropetta
28 Aprile - Cardoso comune di Stazzema (LU), info: Tel.0584771259 - laura.viviani76@alice.it

***

 

CONSORZIO DELLA QUARANTINA
Associazione per la Terra e la Cultura Rurale

MANDILLO DEI SEMI 2017

MANDILLO DEI SEMI 2013
libera festa del libero scambio di semi autorprodotti, marze da frutta e lieviti di casa

***

Proposta di mappatura luoghi per ospitare prodotti della mente: teatro, musica, poesia ecc. mostra testo completo/scheda adesione

***


PETER BERG - 1937/2011

peter bergIl 28 Luglio scorso è scomparso Peter Berg. Aveva 74 anni. Con lui se ne va uno tra i più lucidi attivisti visionari per la Terra. A lui si deve la divulgazione e l’articolazione del concetto di bioregione nel proprio paese prima e nel resto del mondo poi.

Peter Berg, aveva quella rara capacità di vedere lontano e perciò le sue idee e azioni precorrevano i tempi. San Francisco, primi anni ’60, con il gruppo di teatro di strada SF Mime Troupe, metteva in scena le prime proteste per i diritti civili. Successivamente, nel 1966, fu protagonista, con i Diggers, dei momenti più radicali e provocatori di quegl’anni, proclamando i free shops in contrapposizione al ‘mercimonio delle leggi di mercato’, distribuendo free food durante le celebrazioni e i concerti nei parchi, il free housing come nuovo modo di stare insieme, le free medical clinic perché la salute è un diritto di tutti, i free papers per diffondere le idee e la creatività del movimento. Negl’anni ’70, con il Frisco Bay Mussel Group,contribuisce a fermare il progetto del Peripheral Canal, pensato per deviare le acque del fiume Sacramento (a nord) – mettendo a serio rischio il delta e l’intera Baia di San Francisco – verso le colture industriali agricole della Central Valley e la città di Los Angeles (a sud).

Nel 1973 fonda Planet Drum, il gruppo madre del movimento bioregionale, all’interno del quale sviluppa il “Green City Program” per la città di San Francisco; il “Guard Fox Watch” per difendere le montagne dagli eccessi dei Giochi Olimpici Invernali, e recentemente ha istituito l’”Istituto per la Sostenibilità Bioregionale” a Bahia de Caraquez in Ecuador. Ha diretto “Raise the Stakes”, il giornale di Planet Drum e del movimento per più di vent’anni. Proseguendo poi con “PULSE”. Ha partecipato ad eventi, conferenze, forum e workshop ovunque nel mondo. Ha dato interviste, scritto articoli e pubblicato libri, tra questi: Reinhabiting a Separate Country, Green City Program, Discovering Your Life-Place e ultimamente Envisioning Sustainability, che ripercorre la sua vita attraverso le sue idee e i suoi scritti.

Peter Berg aveva un carattere forte e il potere dell’immaginazione che gli permetteva di tradurre le idee in azioni. Mai banale o ripetitivo ma creativo, poetico e combattivo per la Terra e per tutti i suoi esseri, sia umani che non-umani.

Fu la sua venuta in Italia nel 1994 che ispirò la creazione della Rete Bioregionale Italiana. Da allora ci è sempre stato vicino, disponibile nei consigli e facendo conoscere il nostro lavoro oltreoceano. Nel 2003 venne con la moglie Judy come “Guard Fox Watch” a Torino, durante i preparativi ai Giochi Olimpici Invernali, per mitigarne l’impatto sui versanti montani che orlano il lato occidentale del bacino idrografico del Po. Recentemente ci è stato vicino e partecipe nel passaggio dalla Rete Bioregionale a Sentiero Bioregionale.

Gary Snyder ha detto di lui: “il lavoro di Peter e di Planet Drum è stato di incommensurabile importanza nel definire e disseminare le idee e le possibilità del bioregionalismo”.

“Non l’abbiamo fatto per il Tempo Grande. Non l’abbiamo fatto per il Tempo Piccolo. L’abbiamo fatto per il Tempo Reale” – Peter Berg 24-07-2011.

Giuseppe Moretti